La senatrice del Gruppo Misto, Alessandra Bencini, si commuove in Aula quando ricorda la scelta, da parte della compagna di Emmanuel (il migrante ucciso a botte da un italiano), di donare gli organi del giovane nigeriano: “Da infermiera posso dirvi quanto siano difficili queste richieste“. C’è da precisare che la compagna di Emmanuel non ha potuto donare gli organi, come invece era trapelato. La sua compagna, Chynery, non ha potuto dare l’autorizzazione all’espianto perché non ha potuto sposarlo legalmente. In mancanza di documenti quando sono arrivati in Italia

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Fermo, Michela Murgia: “I cattivi maestri del razzista che ha ucciso Emmanuel siedono in Senato”

next
Articolo Successivo

Fermo, intervento di Giovanardi scatena bagarre al Senato: “Vattene via dall’Aula”

next