Non so cosa è successo, impareremo e approfondiremo l’accaduto“. Comincia con queste frasi il suo intervento in Aula il senatore di Idea, Carlo Giovanardi, sulla vicenda dell’omicidio di Emmanuel a Fermo. Frasi che scatenano subito le urla e le proteste da diversi parlamentari. Proteste dai banchi che a fatica vengono placate dalla presidente di turno Linda Lanzillotta che ricorda al senatore di Idea come gli interventi previsti sulla vicenda di Fermo debbano essere diretti a “commemorare” l’omicidio del giovane migrante. Ma Giovanardi non ci sta e prova a riprendere parola: “Contro di me c’è una censura preventiva”, sovrastato dal coro “fuori, fuori, fuori” che ad un certo punto si leva dai banchi dell’assemblea. Alla fine la Lanzillotta minaccia: “Lo devo far mandare via?”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Fermo, senatrice Bencini piange in Aula: “Donazione organi di Emmanuel? Da infermiera è scelta che mi commuove”

next
Articolo Successivo

Virginia Raggi, primo consiglio a Roma: “Città in macerie, ma ce la faremo. Ripristinata democrazia dove non c’era più”

next