Alton Sterling, 37 anni, afroamericano e padre di cinque figli, è stato ucciso dalla polizia a Baton Rouge, in Louisiana, dopo una colluttazione. La sua morte ha immediatamente scatenato proteste, con circa 200 persone scese in strada per protestare contro l’ennesimo uomo di colore ucciso dalla polizia. Secondo la ricostruzione – in parte documentata da un video – Sterling era su un’auto nei pressi di un ristorante quando è stato fermato da una pattuglia intervenuta in base ad una segnalazione. Ne è nato subito uno scontro con gli agenti che hanno immobilizzato con il taser (pistola elettrica) l’uomo che è caduto a terra. Poi gli hanno sparato diversi colpi di pistola, di cui uno ha ucciso Sterling. Secondo i poliziotti – è in corso un’inchiesta giudiziaria – l’uomo avrebbe avuto in mano una pistola che ha indotto l’agente a sparare per difendersi

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Oscar Pistorius condannato in appello: sei anni di carcere per omicidio volontario. “Le attenuanti pesano più di aggravanti”

next
Articolo Successivo

Guerra in Iraq, commissione d’inchiesta Uk: “Saddam non era minaccia imminente, scelta fu precipitosa”

next