Momenti di tensione a Istanbul durante il Gay Pride non autorizzato dalle autorità. La polizia ha lanciato alcuni lacrimogeni per disperdere le decine di manifestanti che si erano riuniti ugualmente nonostante il divieto. Gli scontri sono avvenuti in viale Istiklal, vicino alla centrale piazza Taksim. Una ventina di persone sarebbero state arrestate. Il corteo per il Gay Pride, che si è tenuto ogni anno dal 2003 senza incidenti, ad eccezione dell’anno scorso, era stato vietato venerdì, ma centinaia di poliziotti sono stati comunque schierati vicino a piazza Taksim. La scorsa settimana le autorità locali avevano vietato la manifestazione per questioni di ordine pubblico, sia per quanto riguarda gli attacchi terroristici da parte dello Stato islamico sia per le minacce arrivate da un gruppo giovanile ultranazionalista che aveva definito il corteo ‘immorale’

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Giornata mondiale contro la tortura, a 5 mesi dalla morte Amnesty ricorda Giulio Regeni

next
Articolo Successivo

Turchia, tensione a Istanbul: la polizia attacca con i lacrimogeni il Gay Pride

next