Oscar Pistorius è apparso in aula a Pretoria vulnerabile e fragile, senza le sue protesi e con il volto rigato dalle lacrime. Così, con una nuova immagine di sè, l’atleta condannato per l’omicidio della fidanzata Reeva Steenkamp prova ad evitare una condanna che può arrivare anche a 15 anni di carcere giocando la sua ultima carta: quella della compassione. Pistorius infatti è stato condannato dalla Corte suprema per omicidio volontario della fidanzata il 14 febbraio 2014. Invitato dal suo avvocato ad avvicinarsi al giudice, l’ex corridore si è staccato le protesi e ha camminato sui moncherini delle due gambe. Il legale voleva così riprodurre quanto accaduto la notte dell’omicidio, quando Pistorius era senza protesi. L’ex corridore è scoppiato in lacrime ed è stato sostenuto dal suo staff per non cadere a terra

Il Fatto Internazionale - Le notizie internazionali dalle principali capitali e il dossier di Mediapart

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Terrorismo Francia, Valls: “E’ una guerra che durerà una generazione, ci saranno altri morti”. Nuova allerta della polizia

next
Articolo Successivo

Regeni, genitori: “Italia sia più esplicita. Ue isoli l’Egitto, non è un Paese amico”

next