“L’ultima tappa della qualificazione olimpica in Giappone mi ha fatto capire che le scelte dell’allenatore, che rispetto ma non condivido, non corrispondono alle mie aspettative e a quanto penso di rappresentare. Ho quindi maturato la scelta difficilissima di mettere la parola fine a questa bellissima avventura”. A 37 dà l’addio al volley e lo fa dalla sua pagina facebook. La schiacciatrice toscana Francesca Piccinini, classe 1979, dopo aver conquistato la Champions League con Casalmaggiore lascia il campo da gioco. Aveva trovato poco spazio a Tokyo nel torneo preolimpico che ha regalato la qualificazione a Rio alle azzurre ed è stata esclusa dalle convocazioni del ct Bonitta per il prossimo World Grand Prix.

“Ricordo ancora il mio esordio di 21 anni fa – prosegue su Facebook-: avevo 16 anni e l’emozione unica di quel giorno, sarà sempre viva nella mia memoria – ha proseguito Piccinini, che può vantare 500 presenze in nazionale -. Da allora ho vissuto un viaggio incredibile con tre generazioni di ragazze che come me hanno dato tutto se stesse alla Nazionale. Le saluto e abbraccio tutte ringraziandole per ciò che hanno condiviso con me, sia nei momenti delle grandi soddisfazioni che in quelli dei giorni difficili”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Vincenzo Nibali è uno squalo da film e si prende il Giro d’Italia

prev
Articolo Successivo

Giro d’Italia, Vincenzo Nibali è il vincitore dell’edizione 2016. Sul podio anche Esteban Chaves e Alejandro Valverde

next