A volerne pronunciare il nome sembra quasi uno scioglilingua, invece è una sorta di acronimo per eXtra Lifestyle Vehicle. Che poi altro non è se non la nuova nata in casa SsangYong. Che dopo aver presentato un crossover, per così dire, d’ordinanza con la Tivoli (64.000 pezzi venduti al mondo, fino ad oggi) ora ne tira fuori uno meno “normale”. Se non altro perché aggiunge al concetto stilistico già noto un’appendice posteriore che ne porta la lunghezza a 4,44 metri, quasi 24 cm in più della succitata Tivoli, con cui divide la piattaforma produttiva. Avvicinando così questa XLV più ad una wagon comoda e spaziosa, come impostazione generale.

I gusti sono personali, e ognuno potrà farsi un’idea sulla linea guardando le foto nella gallery. C’è chi la troverà una soluzione esteticamente ardita, e chi semplicemente una Tivoli con la coda. Sta di fatto che difficilmente questa crossover wagon passerà inosservata, perché di certo le sue sono forme estrose. Quanto alla sostanza, invece, squadra che va bene non si cambia.

Nel senso che i motori, ad esempio, sono pari pari quelli della sorella minore, modello che comunque sta dando un certo appeal a un marchio che non è mai stato in cima ai pensieri degli appassionati di casa nostra: sono i due 1.6, benzina e turbodiesel, rispettivamente da 128 e 115 cavalli, il primo dei quali si può avere anche in versione Gpl. Entrambi sono disponibili con cambio manuale o automatico e con trazione anteriore o integrale: quest’ultima non è permanente, ma di tipo elettronico on demand.

Capitolo sicurezza. La XLV ha 7 airbag, ma anche ESP multifunzione, sistema di protezione attiva antiribaltamento, assistenza alla frenata (con segnalazione di quella d’emergenza) e alle partenze in salita/discesa. C’è poi il sistema che monitora della pressione dei pneumatici e il segnalatore che ricorda a tutti passeggeri di allacciare le cinture di sicurezza. Sempre di serie sono anche il nuovo sistema di infotainment MP3 con schermo ad alta risoluzione da 7”, l’ingresso USB/AUX , la funzione vivavoce Bluetooth, la connettività per iPod e iPhone, il navigatore TomTom e la retrocamera.

Quanto all’offerta, la XLV sarà disponibile in tre allestimenti: quello d’ingresso è lo Start, mentre i più “ricchi” si chiamano Go e Be. Il listino parte da 18.450 e arriva a 30.350 euro, ma ovviamente il grosso delle vendite sarà giusto nel mezzo.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Renault Grand Scenic, arriva la versione extra large della monovolume francese

prev
Articolo Successivo

Suzuki Baleno S, la piccola giapponese si affida al turbo – FOTO e VIDEO

next