E’ una campagna choc quella lanciata dall’associazione americana “Brady Campaign” per la prevenzione degli incidenti domestici causati dalle armi da fuoco e focalizzata sulle morti infantili. Alice, la protagonista dell’omonimo romanzo di Lewis Carroll, insegue il Bianconiglio lungo un corridoio per poi finire in una stanza all’interno della quale trova una credenza. In uno dei ripiani del mobile è posizionata una scatola con un grosso cuore sopra. Alice la apre e trova una pistola. Incuriosita da quell’oggetto, lo rivolge verso di sé e in quel momento parte accidentalmente un colpo. Alice cade a terra priva di vita. Lo spot termina con una voce fuori campo che lancia un messaggio: “Più di un terzo delle famiglie americane possiede una pistola. Chiedi al tuo vicino: “C’è una pistola nella stanza dove giocano i bambini? Una domanda può salvare le vite dei vostri figli”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Terremoto in Giappone, nuovo forte scossa di magnitudo 7.3: decine di morti e 2mila feriti

prev
Articolo Successivo

Terremoto Giappone: sale a 41 il numero delle vittime. Sono 90.000 le persone evacuate, mille gli edifici danneggiati

next