Volevo uccidere mio padre e forse ho combinato tutto questo per vendicarmi di lui”. Così Manuel Foffo ha giustificato al pm l’omicidio di Luca Varani che avrebbe commesso con Marc Parto. Fuori dal ristorante di famiglia a Roma Est, Tagadà (La7) ha incontrato Valter Foffo, il padre di Manuel che aveva partecipato a Porta a Porta all’indomani dell’omicidio. L’uomo si dice sconcertato per le dichiarazioni del figlio, seppur spaesato dal suo comportamento. Foffo racconta poi delle difficoltà che sta incontrando la sua famiglia e la sua attività: “I vicini si affacciano dai balconi e gridano ‘assassini'”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Augusta, Curia chiede dimissioni del prete che legge in chiesa i nomi dei morti per inquinamento. E la città si mobilita

prev
Articolo Successivo

Vatileaks 2, si riparte. Fittipaldi: “Nessuna smentita”. Chaoqui, bodyguard e valigie blindate

next