Piccola anticipazione della partecipazione del leader della Lega, Matteo Salvini, a “C’è posta per te”, la trasmissione di Maria De Filippi, in onda domani sera su Canale 5. Al momento della consegna della busta, come rivela oggi su Il Fatto Quotidiano Fabrizio d’Esposito, il capo del Carroccio ha precisato: “Accetto, ma se vengo e trovo la Fornero me ne vado”. In studio, poi, al fatidico momento dell’apertura della busta, si è imbattuto nelle misteriose destinatarie della lettera: due prostitute d’eccezione, Lombi e Piemonti, interpretate da Ezio Greggio e da Enzo Iacchetti. Nel corso della trasmissione, i due comici hanno dato vita a buffi siparietti, in cui hanno rifilato diverse stoccate ironiche al capo del Carroccio, ad esempio quando hanno citato l’idea leghista di mandare i migranti sulle piattaforme petrolifere. “Matteo, perché non circondarle con degli squali in mare?” – chiede Iacchetti a Salvini, tra le risate del pubblico – “Neanche Stalin aveva avuto questa idea”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Università di strada a Lecce, al via le lezioni di economia e scienze politiche aperte a tutti. “Risposta alla post democrazia”

prev
Articolo Successivo

Fumetto, Nathan Never diventa eroe antimafia: “Un omaggio a Borsellino e Falcone. E ispirato a Nino Di Matteo”

next