La presentazione di un nuovo modello della Volkswagen in Svizzera, presso il Geneva Motor Show, è stata interrotta da un contestatore che si è spacciato per uno dei meccanici dell’omonima compagnia tedesca. L’uomo è salito sul palco affermando che il display dell’auto era difettoso, un chiaro riferimento al scandalo delle emissioni di CO2 truccate, e si offerto di aggiustarlo, mettendo in imbarazzo il dirigente del gruppo automobilistico Juergen Stackmann. Il finto meccanico si è poi infilato sotto all’auto, continuando così la sua performance, ma è stato subito allontanato dagli uomini della sicurezza. L’uomo è in realtà il comico inglese Simon Brodkin, lo stesso che tempo fa si era reso protagonista di un’altra singolare protesta: il lancio di soldi falsi all’ex-presidente della Fifa Joseph Blatter,

Il Fatto Internazionale - Le notizie internazionali dalle principali capitali e il dossier di Mediapart

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Super Tuesday, Trump: ‘Sono unificatore’. Clinton: ‘Resistiamo a chi vuole dividerci’

next
Articolo Successivo

Germania valuta la messa al bando dell’Npd: “Partito xenofobo e antisemita”

next