La Polizia di Stato di Taranto ha fermato i due presunti autori dell’omicidio di Giuseppe Axo, 32 anni pregiudicato, avvenuto ieri nel quartiere della Salinella a Taranto. L’uomo, colpito proiettili, è morto poco dopo il trasporto all’ospedale ‘Santissima Annunziata‘. I fermati dalla polizia sono due fratelli, Antonio e Francesco Bruno, di 34 e 30 anni. I due sospettati, secondo quanto riportano le agenzie, sono stati interrogati a lungo in Questura dal procuratore aggiunto Pietro Argentino e dal pubblico ministero Maurizio Carbone. Dalle indagini è emerso che Axo aveva litigato in più occasioni negli ultimi giorni con i due fratelli. Ma gli inquirenti non escludono che dietro vi siano contrasti legati alla gestione di attività illecite. Gli investigatori hanno recuperato e sequestrato anche l’arma del delitto. Intanto migliorano le condizioni dei due passanti rimasti feriti in modo non grave, anche loro con precedenti penali

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Enna, al via la rotazione interna per anticorruzione. E in Comune scoppia l’epidemia dei dipendenti

prev
Articolo Successivo

Lezione con l’imam in una scuola media del Bellunese. Assessore Donazzan: “Farò di tutto perché non vada in aula”

next