“Matteo Renzi c’ha accolto tutto nudo”. Così Roberto Benigni scherza con i cronisti sul caso delle statue di nudi coperte nei Musei Capitolini “in forma di rispetto alla cultura e alla sensibilità” del presidente iraniano Hassan Rohani. L’attore toscano è appena uscito da Palazzo Chigi dove ha incontrato – insieme con Paolo Sorrentino e Giuseppe Tornatore – il ministro della Cultura, Dario Franceschini, per discutere del ddl sul cinema. Poi sul referendum costituzionale Benigni rivela: “Io voterò sì”, quindi a favore del ddl Boschi. E, alla domande sulle unioni civili, aggiunge sornione: “Ma Bagnasco non è contro, è a favore. Allora non avete capito quello che ha detto, bisogna interpretarlo come il Vangelo“. Andrà al family day? “Si l’ho organizzato io”, chiosa. Per quanto riguarda la legge sul cinema Tornatore dice entusiasta: “Dopo 50 anni c’è la volontà di dare uno sprint alla cultura italiana, è interessante che si parli di questi temi”  di Irene Buscemi e Mauro Episcopo

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Verdini e lo scontro con il leghista Consiglio: “Mi ha inseguito. Ma io sono sceso con i miei. E lui è sbiancato”

next
Articolo Successivo

Migranti, Salvini: “Se la Svezia manda a casa i clandestini, Schengen è finita”

next