Le immagini mostrano una donna su una sedia a rotelle che viene scaraventata a terra dalla polizia spagnola al valico di frontiera di Beni Ansar a Melilla, l’enclave iberica in terra marocchina. Gli agenti, dopo averle negato l’ingresso in Spagna, invitano la donna ad alzarsi, ma non ottenendo risposta la scaricano per terra come fosse un pacco. Il video è stato diffuso dalla ong Rassd Maroc e sta creando molte polemiche sull’operato delle forze dell’ordine di Madrid tanto che la polizia ha diramato un comunicato in cui sostiene che la donna è in perfetta salute e ha già tentato di entrare nel Paese illegalmente

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Dublino, la tempesta Frank impedisce l’atterraggio a un aereo che riprende quota

prev
Articolo Successivo

Anonymous: “L’Isis voleva colpire Firenze. Ecco come l’abbiamo fermato”

next