Gli Eagles of Death Metal sono tornati oggi al Bataclan di Parigi per la prima volta dalla tragica notte del 13 novembre, quando l’irruzione dei terroristi durante un loro concerto fece 89 morti. Jesse Hughes e gli altri componenti della band californiana, in lacrime, hanno depositato fiori davanti alla sala concerti dove sono rimasti raccolti in silenzio per dieci lunghissimi minuti. Alcuni passanti li hanno applauditi. Andando via, uno di loro ha fatto il segno della vittoria. Lunedì sera gli Eagles of Death Metal sono stati ospiti degli U2, nella seconda data nella capitale francese, con cui hanno cantato insieme sul palco “People have the power

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Venezuela, la costituzione bolivariana non è in discussione

prev
Articolo Successivo

Terrorismo, le diverse interpretazioni

next