I due piloti del Sukhoi 24 delle Forze armate russe sono riusciti a eiettarsi dal velivolo dopo che è stato colpito dalla Turchia. Mentre non si hanno notizie del secondo, il primo sarebbe morto come hanno riferito i miliziani di un gruppo di ribelli siriani anti-Assad che hanno mostrato il suo corpo in un filmato. Secondo altre fonti però, il militare sarebbe stato ucciso dagli stessi miliziani

Il Fatto Internazionale - Le notizie internazionali dalle principali capitali e il dossier di Mediapart

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Washington, Hollande incontra Obama e tenta di saldare asse Usa-Russia. Ma in mezzo c’è Assad

next
Articolo Successivo

Attentati Parigi: le conseguenze economiche

next