Fondazione Fiera citerà in giudizio il Milan. Oggetto del contenzioso la marcia indietro dei rossoneri sul progetto del nuovo stadio al Portello. A luglio, infatti, il progetto di riqualificazione dell’area del club milanese era stato giudicato il migliore tra i sei progetti presentati alla fondazione, proprietaria dell’area. Solo un mese dopo, a inizio agosto, da via Aldo Rossi era arrivato arrivato il dietrofront. Il motivo: la spesa per le bonifiche dei terreni giudicata troppo elevata.

L’inaspettata marcia-indietro non è stata presa bene da Fondazione Fiera che ha deciso di passare alle vie legali. “Chiederemo il danno al Milan – dichiara il presidente Benito Benedini al Corriere della Sera – La cifra è facile da calcolare: si tratta di moltiplicare per 50 la differenza tra le entrate promesse e sottoscritte e quelle reali. Ovviamente le cifre di cascun anno vanno riportate al valore attuale”.

Benedini ha sottolineato che la scelta di portare i rossoneri in tribunale è stata l’ultima spiaggia: “A.C. Milan avrebbe potuto  formalizzare il diritto di recesso, da loro stessi richiesto e sottoscritto, ma non l’ha fatto; oppure avrebbero potuto formalizzare una transazione monetaria, via da loro stessi percorsa ma poi abbandonata; infine  avrebbero potuto affidarsi a un arbitrato, come da stessa richiesta da lo stesso Milan. A quel punto noi abbiamo proposto un arbitrato amministrato presso la Camera arbitrale, con tempi e costi certi. Ma la società alla fine ha rifiutato anche questa soluzione”.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Palermo, Iachini esonerato: al suo posto Ballardini. Alla Sampdoria via Zenga: Montella in pole

next
Articolo Successivo

Ricatto a Valbuena, Benzema al telefono: “Non vuoi pagare? Io ti ho avvisato”

next