Ritrovato il corpo dell’uomo che sabato era stato travolto dal torrente San Nicola, esondato a causa delle forti piogge, a Taurinova (Reggio Calabria). Le ricerche di Salvatore Comandè, 43 anni, sono andate avanti tutta la notte fino al ritrovamento del corpo questa mattina.

L’uomo, insieme alla figlia 17enne, stava percorrendo in macchina una strada costruita su un vecchio alveo costruito sopra il torrente. Improvvisamente una “bomba d’acqua” ha travolto l’auto. L’adolescente è riuscita a salvarsi grazie all’intervento di alcuni abitanti della zona mentre l’uomo è stato trascinato via. La ragazza è stata soccorsa dal 118 mentre proseguono le ricerche del padre.

Intanto continua l’ondata di maltempo in tutta la Calabria, in particolare sulla fascia ionica nelle province di Catanzaro e Reggio Calabria. Diversi corsi d’acqua sono a rischio esondazione: allarme per il torrente Budello, a Gioia Tauro (Reggio Calabria), che già in passato ha provocato numerosi danni, e l’Ancinale, nel soveratese, dove  nelle ultime 24 ore sono caduti 311 ml di pioggia.

Ma L’emergenza sta interessando buona parte del sud Italia: la perturbazione, oltre che in Calabria è arrivata anche in Sicilia, soprattutto al nord-est. Per questo la protezione civile ha valutato per la giornata di oggi una criticità rossa – il livello più alto – per rischio idrogeologico su entrambi le regioni.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Lucia Annibali pubblica la sua foto dopo il 16esimo intervento: ‘Per non dimenticare’

next
Articolo Successivo

Brindisi, ubriaco al volante travolge due ragazzi: muore 19enne

next