E’ stato accoltellato mentre stava cercando di sedare una rissa ed è morto poco dopo in ospedale. Ora per l’omicidio di Biagio Zanni, commercialista di 34 anni, avvenuto a Trani il 20 settembre c’è un arresto. Si tratta di un 19enne accusato di rissa aggravata e concorso in omicidio con due minorenni di 17 e 15 anni. 

Secondo la ricostruzione dei carabinieri, quella sera è scoppiata una lite – forse per uno sgambetto – tra un amico di Zanni e i tre ragazzi fuori da un bar pizzeria nella zona del porto. I quattro sono passati subito alle mani e Zanni è uscito dal locale per cercare di fare da paciere. E’ a quel punto che viene accoltellato. Ha avuto la forza di allontanarsi per arrivare alla vicina caserma della Guardia di Finanza e chiedere aiuto, ma secondo gli investigatori è stato inseguito dai tre che – questa l’ipotesi – lo hanno finito con un coltello a scatto, non ancora ritrovato.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Sardegna, torna l’incubo alluvione. E la sensazione di impotenza

prev
Articolo Successivo

Maltempo in Sardegna, a Olbia esonda Siligheddu: case evacuate e strade chiuse

next