In partenza per Filadelfia, ultima tappa del suo viaggio negli Stati Uniti, Papa Francesco sembra mostrare i segni della stanchezza. All’aeroporto J.F. Kennedy di New York, al momento di salire dal scaletta del B777, il pontefice inciampa ripetutamente, tanto di allarmare chi lo attende all’ingresso dell’aereo. Poi, giunto in cima, stringe le mani a tutti e si volta per un ultimo, immancabile sorriso

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Papa Francesco a Central Park, ad attenderlo 80mila persone. “Operazione sicurezza più delicata del viaggio in Usa”

prev
Articolo Successivo

Siria, “ribelli armati dagli Usa consegnano mezzi e munizioni ai jihadisti”

next