Non avremo un’altra occasione prima del 2033. Ecco perché perdersi l’eclissi della superluna nella notte tra il 27 e 28 settembre 2015 sarebbe un vero peccato. Alla spiegazione del fenomeno, che regalerà al nostro satellite proporzioni insolite e una particolare luce rossastra, è dedicato questo video della NASA, che ricorda anche le rare, precedenti occasioni in cui la superluna si è mostrata nel corso del secolo scorso. Numerosi gli appuntamenti, anche in Italia, per osservare il fenomeno nella notte tra il 27 e 28 settembre

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Migranti, Prodi: “Filo spinato mostra lo sfacelo Ue. Italia continui a non ‘alzare muri’ in mare”

prev
Articolo Successivo

Regione Calabria, consiglio di Stato annulla concorso: 900 funzionari a rischio

next