La sbandata in curva, poi lo schianto. Un furgone ha travolto un gruppo di colleghi che stava rientrando in ufficio dopo la pausa pranzo. I cinque stavano camminando sul marciapiede di via Maria Adelaide, vicino a piazza del Popolo a Roma quando il mezzo li ha centrati. Elena Fortuna di 59 anni è morta, mentre Claudia McCormac di 52 anni è stata trasportata al policlinico Umberto I in codice rosso, gravemente ferita. Entrambe lavoravano per lo studio d’architettura ‘Design 2000’. Qualche contusione invece per le altre persone investite.

“Quando siamo arrivati – racconta un testimone – il furgone era parcheggiato addosso alla colonna. Sotto c’erano due donne, una con il busto schiacciato contro la colonna, l’altra con il busto fuori e le gambe sotto il furgone. Abbiamo chiesto ad alcune persone di aiutarci a sollevare il furgone ma non ce l’hanno fatto fare. Abbiamo chiamato l’ambulanza. Solo dopo che è arrivata e ha constatato la morte di una delle due donne, ci hanno detto che potevamo alzare il furgone. In 20 persone allora abbiamo alzato e l’abbiamo messo di traverso per permettere di salvare l’altra donna”. Sul posto sono intervenuti vigili del fuoco, polizia e polizia municipale.

Sul mezzo viaggiavano tre persone. Il guidatore, un italiano di 48 anni, si è fermato a prestare soccorso ed è risultato negativo sia all’alcol test sia al drug test. Al momento, l’ipotesi più plausibile sembrerebbe quella di una “colpevole distrazione“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Casamonica, procura di Roma apre fascicolo sul caso del funerale show

next
Articolo Successivo

Crotone, mancano i soldi per riparare le strade: limite di velocità a 30 all’ora

next