Un’autobomba è esplosa all’ingresso dell’aeroporto internazionale Hamid Karzai di Kabul, in Afghanistan, causando la morte di almeno quattro civili e il ferimento di almeno 17 persone. Sinora la responsabilità dell’attentato non è stata rivendicata. L’esplosione è avvenuta in una zona affollata fuori da un posto di blocco dell’aeroporto, ma secondo una fonte della sicurezza avrebbe avuto come obiettivo due veicoli blindati che si trovavano nei presso. Il capo della polizia di Kabul, Sayed Gul Agha Rouhani, ha infatti spiegato che un attentatore suicida si è lanciato con un’autobomba contro un checkpoint vicino all’ingresso dell’aeroporto riservato ai civili. E, secondo quanto riporta Khaama Press, l’attentato è avvenuto al passaggio di un convoglio di funzionari di governo. Tra i feriti ci sono anche una donna e un bambino, hanno riferito le autorità sanitarie. Kabul è in massima allerta a seguito degli attacchi dello scorso fine settimana, in cui erano stati uccisi almeno 50 civili e membri delle forze di sicurezza
close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Ferguson, spari in strada dopo la manifestazione per ricordare Michael Brown. Alcuni feriti

prev
Articolo Successivo

Turchia, ondata di attentati del Pkk contro esercito e polizia: 6 militari e 3 assalitori uccisi. Dhkp-c spara contro consolato Usa

next