Un video, girato alla fine di luglio in Arabia Saudita, nella città di Jeddah, è diventato virale in questi ultimi giorni. Le immagini ritraggono due giovani donne – vestite con abiti tradizionali a viso coperto – in una situazione di grande difficoltà mentre, accerchiate da un gruppo di uomini vengono vessate e intimidite. Il video ha suscitato indignazione nel Paese, spingendo le autorità ad aprire un’indagine sull’accaduto. La polizia ha fermato sei ragazzi, che sono stati interrogati, ma l’accusa è stata ribaltata a sfavore delle donne, accusate di aver provocato la reazione della folla con atteggiamenti da miscredenti.

Determinante nel ribaltamento dell’accusa un secondo video, presumibilmente ripreso pochi istanti prima dell’altro, che mostra le stesse donne in sella a un quad mentre si divertono sul lungomare. Le immagini pretenderebbero di mostrare come una delle ragazze abbia guardato gli uomini in modo “seducente e allettante”.

Nel montaggio effettuato dal Fatto.it i due video vengono proposti in quella che sarebbe al loro reale successione temporale.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Brasile, assassinato il giornalista Gleydson Carvalho. I killer in moto

prev
Articolo Successivo

Canada, iceberg si disintegra improvvisamente e crea un piccolo tsunami

next