Dal Circo Massimo di Roma all’autodromo di Imola. Grillo e Casaleggio lanciano la seconda edizione di “Italia 5 Stelle” con un annuncio sul blog. La manifestazione nazionale del Movimento 5 Stelle sarà il 17 e 18 ottobre prossimi e sarà autofinanziata con le donazioni raccolte in rete. Artisti e ospiti, spiegano sul sito, saranno rivelati nei prossimi giorni. Il tema invece sarà il “M5S al governo”.

La prima edizione era stata a ottobre 2014 a Roma. Era stata l’occasione per lanciare il referendum per l’uscita dall’Euro e rinsaldare le fila di attivisti e parlamentari dopo la fase di stanca del post elezioni Europee. Un evento a metà tra una festa e un meetup allargato che aveva raccolto migliaia di persone e che aveva avuto come obiettivo quello di ricompattare un Movimento che alle urne per Bruxelles non aveva dato i risultati sperati. Ora i 5 stelle puntano ad arrivare a Imola con uno spirito diverso. I sondaggi li danno in crescita e i grillini nutrono grandi speranze sulla nuova legge elettorale. L’Italicum approvato dal governo Renzi prevede il ballottaggio e dà una chance al M5S. Proprio “il governo” sarà l’argomento centrale di discussione e a cui dovrebbero essere dedicati incontri e interventi dal palco.

All’appuntamento, si legge sul blog, “parteciperanno gli eletti in Parlamento, in Europa, nelle regioni e nei comuni che lo richiederanno, ad oggi sono circa 1800”. Come già per il Circo Massimo, ogni gruppo locale avrà uno stand. “La stanca litania”, scrivono Grillo e Casaleggio, “del ‘Non avete fatto niente’ dei partiti sarà smentita dalle azioni svolte con successo dal M5S attraverso le ‘Buone notizie’, un elenco di tutte le cose fatte e portate a termine dagli eletti”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Pubblica amministrazione, conferenza stampa di Renzi e Madia sulla riforma. Guarda la diretta

next
Articolo Successivo

Rai, la lottizzazione continua con i due vicedirettori generali: uno renziano l’altro centrista

next