“Ci sono i traduttori simultanei? Meno male, perché il mio giapponese si ferma ad arigato”. Inzia così l’ultima conferenza stampa del premier Matteo Renzi in viaggio ufficiale in Giappone, intervenendo dal museo degli antichi mestieri di Kyoto. Durante il suo lungo discorso Renzi parla del ruolo della cultura citando la Divina Commedia (“Dante Alighieri scrisse ‘Fatti non foste per viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza’ per dirci che non dobbiamo vivacchiare, la cultura serve a questo”). E per ricordare il gemellaggio Firenze-Kyoto racconta un aneddoto: “Oggi ho preso il treno da Tokyo a Kyoto e tutto mi aspettavo tranne che essere fermato da una piccola comunità di Empoli. ‘Che ci fai te qui?’, mi hanno chiesto. Erano a visitare le bellezze del Giappone, a rafforzare il sentimento di amicizia tra i nostri due popoli”

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Dl Enti locali, ok della Camera alla fiducia. M5S protesta in Aula: “Basta tagli”

next
Articolo Successivo

Il Cetto La Qualunque di Bari: “Prima la viabilità viaggiava a 160 gradi. Le problematico sono i nostri”

next