Terminata la direzione nazionale del Nuovo Centrodestra nella sede del partito a Roma, il coordinatore Gaetano Quagliariello, dopo aver rilasciato interviste ai Tg nazionali, fatti salire all’interno degli uffici del partito lascia la sede in via degli Arcione, nel cuore di Roma, non vuole parlare ai cronisti lasciati fuori. Poi si convince e sul caso del senatore Azzollini verso il quale è arrivato in Giunta Immunità del Senato una richiesta di arresto, verso la quale il Presidente dem, Matteo Orfini, ed il Pd hanno già annunciato voto favorevole replica: “Quello del Pd non è uno strappo nei nostri confronti, ma uno strappo nei confronti della Costituzione”. Bocche cucite da parte dei senatori Schifani e Sacconi, mentre Maurizio Lupi, prima difende Giuseppe Castiglione, sottosegretario di Ncd indagato nell’inchiesta di Mafia Capitale: “Castiglione non c’entra con mafia Capitale” e su Azzollini: “Vedremo le carte e gli daremo la possibilità di difendersi”. Il leader Angelino Alfano non ha partecipato alla riunione  di Manolo Lanaro

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ostia, Roberto Spada: “Se non mi candido, voto M5S. E’ l’unico partito pulito”

next
Articolo Successivo

De Luca: “Saviano? Si inventa la camorra per non rimanere disoccupato”. Lui: “Stesse parole di Berlusconi”

next