“Suo figlio è troppo grave non posso ospitarvi qui, i miei condomini mi farebbero dei problemi, sarebbe meglio se andaste via”. Questo si sono sentiti rispondere i genitori di un bambino autistico in un B&B di Roma, a due passi da San Pietro. È la madre stessa a raccontare la vicenda al giornalista di Radio24 Gianluca Nicoletti e riportata sul blog www.miofiglioautistico.it. Così il giornalista, dopo aver ascoltato la storia, in una seconda telefonata al B&B, chiede di poter prenotare una stanza per una famiglia con un bambino autistico, ma si sente rispondere di no: “Tento di prevenire situazioni scomode per noi, per voi, per tutti. Se volete venite pure – continua -, ma se poi gli altri clienti si lamentano sono costretto a chiamare i carabinieri e mandarvi via” (collaborazione di Chiara Carbone)

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Il Primo Maggio è anche la giornata di lavoratori e lavoratrici sessuali

prev
Articolo Successivo

Parma, sindacati: “Pizzarotti smantella il welfare”. Lui: “Razionalizziamo perché calo entrate”

next