Una trentina di attivisti del collettivo Hobo di Bologna hanno tentato di contestare il ministro del Lavoro Giuliano Poletti, invitato a un dibattito alla Festa dell’Unità nazionale. Sotto una pioggia battente, intorno alle 21, i contestatori che hanno tentato di avvicinarsi alla sala del dibattito in ordine sparso sono stati bloccati all’entrata del parco della Montagnola che ospita la kermesse dal reparto mobile della polizia. Uno dei manifestanti è rimasto ferito lievemente alla testa: “Mi hanno manganellato da dietro”, è la versione del giovane che ha mostrato alla telecamera il viso insaguinato di David Marceddu e Giulia Zaccariello

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Migranti: la guerra agli scafisti non è la soluzione

next
Articolo Successivo

Bari, assaltano supermercato armati: rapinatori arrestati dai carabinieri. Paura tra i clienti

next