Sono convinto che l’unico modo per uscire dal fallimento del proibizionismo è la legalizzazione delle droghe leggere, lo dico da vent’anni“. Sono le parole del vicepresidente della Camera, Roberto Giachetti, ospite di “Un giorno da pecora”, su Radio Due. Il deputato del Pd, che fa parte dell’intergruppo parlamentare che sta studiando una proposta di legge per la legalizzazione delle droghe leggere, afferma che erba e simili andrebbero venduti in tabaccheria. E sottolinea: “Ora, invece, col tabacco come si fa? La legalizzazione farebbe diventare le droghe leggere come le sigarette. In questo modo, non dovresti andare a chiedere le canne pagandole quattro volte tanto e dando soldi alla malavita“. “Se fossimo dei tabaccai” – chiedono in conduttori Sabelli Fioretti e Lauro – “e fossero legali le droghe leggere, lei cosa ci chiederebbe?”. “Una canna”, risponde sorridendo Giachetti

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Renzi alla Luiss: “Governo ha fatto molto di più di quello che ha comunicato”

prev
Articolo Successivo

Decreto banche popolari, Aula semideserta durante la discussione in Senato

next