Un hashtag con scritto: #We_ Are_Coming_O_Rome (Stiamo arrivando a Roma) lanciato dall’Isis. Lo ha riferito la direttrice di Site, Rita Katz, secondo cui il Califfato ha diffuso questo messaggio su twitter per minacciare l’avanzata verso la Capitale dello Stato Islamico: “L’Isis a Roma, con la volontà di Dio”. Sotto il testo appaiono inoltre foto con lunghi convogli di mezzi armati e carichi di militanti muniti di passamontagna e bandiere dello “Stato islamico”. Site (Search for International Terrorist Entities) è un portale, che opera da Washington, dedito al monitoraggio dei siti considerati gestiti dai fondamentalisti islamici.

Il messaggio lanciato su twitter (non proprio in perfetto inglese) si inserisce sulla scia di minacce all’Italia da parte dello Stato Islamico negli ultimi giorni. In occasione dell’avanzata in territorio libico, il Califfato aveva diramato un comunicato in cui diceva: “Siamo a Sud di Roma”. In riferimento alla possibilità avanzata dal ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, che aveva aperto alla possibilità di un intervento militare nell’ex colonia, una radio vicina ai jihadisti lo aveva definito: “ministro dell’Italia crociata“.

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Isis, l’angoscia dell’Islam

next
Articolo Successivo

Ukip al governo: la docu-fiction che vale a Channel 4 più di mille esposti

next