Un gruppo di tifosi del Chelsea è stato filmato dalle telecamere della metro di Parigi mentre impediva ad un ragazzo di colore di salire sul vagone. Nel video, a poche ore prima del match di Champions League tra Chelsea e Psg, si vede il gruppetto di supporter che si posiziona tra la porta della metro e l’interno non consentendo all’uomo di passare. Poi viene intonato un coretto razzista: “We’re racist, we’re racist, and that’s the way we like it”. Ovvero: “Siamo razzisti e ci piace esserlo“. Il club londinese ha fortemente stigmatizzato l’accaduto: “Li identificheremo” ha dichiarato portavoce. “Il comportamento evidenziato dal video è aberrante e non trova posto nel calcio e nella società – ha aggiunto -. Sosterremo ogni azione penale nei confronti di coloro che sono coinvolto. Se si tratta di membri o abbonati del club prenderemo le più forti sanzioni possibili, fino all’espulsione”. Secondo The Guardian potrebbe intervenire l’Uefa, se dovesse intendere di sua competenza l’episodio anche se accaduto fuori dallo stadio. Il Chelsea rischia un’ammonizione o una multa (video tratto da Youtube)

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Crozza su Salvini: “Migranti da salvare in mare? Sì, sulla ‘barriera clandestina’”

next
Articolo Successivo

Isis, lettera a un occidentale: scegli di sostenere la società araba contro fanatismo e dittature

next