Antonio Conte non si dimette e giura fedeltà alla Nazionale italiana (“Rispetterò il mio contratto con la Figc, che piaccia o no a qualcuno”). Ma non risponde alle domande sull’accusa di frode sportiva. Nel giorno in cui la procura di Cremona ha chiuso le indagini sul calcioscommesse, confermando l’ipotesi di reato per l’ex allenatore della Juventus, nella sede romana della Figc di via Allegri va in scena una conferenza stampa senza domande. Inutile tentare di chiedere a Carlo Tavecchio o allo stesso Conte: nessun commento sull’inchiesta di Cremona e le gravi accuse nei confronti del ct  di Mauro Episcopo e Tommaso Rodano

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Promesse del calcio – Viareggio Cup: guida agli ottavi di finale

next
Articolo Successivo

Roma 2024, Montezemolo presidente del comitato. Malagò: “Popolare all’estero”

next