Perquisizioni sono in corso nella sede della polizia giudiziaria di Parigi, dove – secondo quanto riferiscono fonti dell’Interno – è stato posto in stato di fermo Bernard Petit, il capo della polizia della capitale francese. Gli ispettori interni alle forze dell’ordine indagano su presunte violazioni del segreto istruttorio. Il capo della polizia, insieme con i suoi collaboratori, è sospettato di violazione di segreto istruttorio nel caso di una delle inchieste su Christophe Rocancourt, famoso truffatore francese arrestato negli Stati Uniti dopo essersi fatto passare per una serie di celebrità (da un familiare di Rockefeller al figlio di Carlo Ponti e Sophia Loren). Secondo quanto si apprende, una persona sarebbe stata indebitamente avvertita di un imminente interrogatorio della polizia.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Isis, raid jihadista in impianto petrolifero Total: giallo su un ostaggio francese

prev
Articolo Successivo

Isis, spot contro la guerra per i benpensanti

next