“Non ho mai apprezzato il linguaggio di Salvini. Io e lui siamo su due piani diversi: Salvini fa solo proclami , non propone ricette alternative, si è sempre limitato a dire che la nostra legge andava abrogata”. Così, in un’intervista a Radio Montecarlo, l’ex ministro del lavoro Elsa Fornero commenta le durissime parole che il leader della Lega Nord ha usato per commentare la bocciatura della Consulta al referendum per abrogare proprio la legge Fornero. “Cosa avrebbe fatto lui nei nostri panni?”, si chiede la Fornero che continua: “Come si sarebbe comportato Salvini in quei drammatici giorni del novembre del 2011 ? Non era un complotto, erano circostanze durissime, con un Paese in gravissime difficoltà. Come avrebbe rimesso lui in equilibrio il sistema previdenziale?”. La Fornero poi si chiede: “Perché la Lega Nord, che è stato al governo molto più di noi tecnici, non ha mai risolto il vulnus della previdenza?”. L’ex ministro, oggi tornata docente universitario, sul pronunciamento della Consulta sottolinea: “Capisco lo sconforto delle persone che speravano di poter cancellare la legge, ma ora quelle persone non le dobbiamo lasciarle sole, dobbiamo aiutarle a risolvere i problemi creati da quella riforma. Governo e parlamento devono creare occupazione per tutti gli under 65 in buona salute”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Cooperazione sociale, se il lavoro è solo merce di scambio

prev
Articolo Successivo

Province, Madia: “Dipendenti vadano negli uffici giudiziari”. No dei sindacati

next