Per spiegare la scelta di intervenire con il Decreto legge, (che deve avere i requisiti di necessità e urgenza) il Ministro dell’Economia e delle Finanze Pier Carlo Padoan dà una spiegazione singolare in conferenza stampa a Palazzo Chigi, al termine del Consiglio dei Minsitri che ha varato alla trasformazione delle Banche popolari in spa: “Siccome stiamo uscendo dalla crisi c’è sia l’opportunità che la necessità di un sistema bancario che sia pronto a una concorrenza europea maggiore. Ecco perchè con un dl diamo all’intervento un significato di urgenza”. Padoan, poi, ha anche sottolineato che “la scelta concilia la necessità di dare una scossa forte, preservando però in alcuni casi una forma di governance che ha servito bene il Paese”. Poi, quando al ministro viene chiesto l’elenco delle dieci banche, Padoan risponde: “E’ di dominio pubblico, non li so a memoria, non vorrei sbagliarmi” di Manolo Lanaro

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Senato, nasce coordinamento ex M5S: “Dialogo su Quirinale e Italicum”

next
Articolo Successivo

Italicum, Fitto a Berlusconi: “Fare la stampella a Renzi è errore madornale, io contrario”

next