Una censura della copertina di Charlie Hebdo in diretta su Sky News (canale inglese). A questo hanno assistito gli spettatori del canale britannico che ha intervistato la giornalista Caroline Fourest, ex collaboratrice della rivista satirica. La donna ha manifestato la sua disapprovazione nei confronti di tutte quelle testate che hanno deciso di censurare l’immagine dal titolo “Tutto si perdona”, che raffigura Maometto che piange con in mano il cartello “Je suis Charlie“. Come gesto di “protesta”, la donna ha mostrato la prima pagina dell’ultimo numero di Charlie Hebdo, chiedendo perché un’immagine come quella dovesse essere censurata. La regia ha così immediatamente staccato il collegamento e la giornalista in studio ha ripetuto all’intervistata che quella vignetta non poteva essere mostrata

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Usa-Cuba, stop ai limiti su viaggi e business: ecco le prime tappe del disgelo

next
Articolo Successivo

Islam, Wim Wenders: “Stupido manifestare dicendo “fuori i musulmani dall’Europa””

next