Un ragazzo di 14 anni, Tommaso Martinolich, di Chieri (Torino), è morto mentre insieme a parenti ed amici stava sciando a Claviere. L’incidente è avvenuto nella zona del Colletto Verde intorno alle 15 di pomeriggio: il ragazzo era uscito di pista e aveva tentato un salto, sbattendo la testa su una roccia. Andato in arresto cardiaco, i sanitari erano inizialmente riusciti a rianimarlo. Trasportato in elicottero all’ospedale di Pinerolo, è morto poco dopo l’arrivo, dopo che era già stato disposto un ulteriore trasferimento a Torino.

Sull’episodio è intervenuta la polizia. Da quanto ricostruito, mentre gli amici e i parenti sono rimasti dentro pista, lui sarebbe uscito per provare il salto, perdendo l’equilibrio e cadendo su una roccia scoperta.

Intanto, in Valle d’Aosta, un ragazzo di 12 anni è rimasto ferito in seguito a una caduta sugli sci sulle piste da fondo di Valsavarenche, nei pressi di Pont. Il giovane si è procurato un politrauma ed è stato trasportato in ospedale Parini di Aosta con l’elicottero, quindi al Regina Margherita di Torino: le sue condizioni sarebbero serie.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Emergenza rifiuti a Genova, maiali e spazzatura in strada durante le Feste

next
Articolo Successivo

Agenzia agricoltura, dirigente indagata per truffa va a capo dell’Amministrazione

next