I rom in qualche cromosoma hanno qualcosa che non va, direi proprio che hanno il genoma della delinquenza. Sono portati a delinquere“. Sono le parole dell’europarlamentare della Lega, Gianluca Buonanno, ospite de “La Zanzara”, su Radio24. “Non prendo lezioni dai rom che mi accusano di razzismo” – afferma – “come è successo 10 giorni fa a “L’Aria che tira” con un rom che era stato pure condannato. E mi sono rotto le scatole di questo vittimismo continuo, anche di quelli che li difendono. I rom hanno più oro di una gioielleria. Hanno Bmw e Mercedes. Mi devono spiegare dove trovano i soldi”. E aggiunge: “Ci sono rom in gamba, ma ce ne sono troppi che vivono nella delinquenza e sanno fare solo quello. Sono portati alla delinquenza e non può essere altrimenti, se uno fa crescere i figli facendoli andare a rubare e a chiedere l’elemosina. Li fanno crescere in mezzo ai topi e non li mandano a scuola. Se hai i rom come vicini di casa non vivi tranquillo. E poi” – prosegue – “non fanno mai autocritica: o fanno le vittime o i Ponzio Pilato”. Buonanno attacca poi il ministro Angelino Alfano: “Sono andato in Sicilia, nella provincia di Agrigento, dove lui è il numero uno tra i politici più odiati per la questione dei clandestini che hanno rovinato il turismo di quelle zone. E lì una persona chiamava il Ncd Nuova Camorra Democratica“. Critica al vetriolo immancabile per i matrimoni gay, per i quali il governo Renzi sta pensando di ispirarsi al modello tedesco: ” Noi italiani non siamo in grado di fare una legge per conto nostro. Ormai copiamo tutto dalla Germania, persino i matrimoni dei frocidi Gisella Ruccia

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Non udenti in sciopero della fame: “Subito legge che riconosca lingua dei segni”

next
Articolo Successivo

Lingua dei segni, in Italia niente legge. Comunità dei sordi: “Protesta a Roma”

next