Stefano Cucchi: la sentenza assolve tutti e dagli stadi di calcio ai social network cresce l’indignazione.
La pagina Facebook #vialadivisa, lancia una campagna di solidarietà: basta fotografarsi con un cartello “Ad uccidere Stefano sono stato io“. Il chiaro e provocatorio messaggio gioca con le parole ‘Stato e uccidere’. Un processo d’appello che ha dichiarato nessuno responsabile della tragica morte di Stefano Cucchi. Quindi a uccidere Stefano chi è stato? La risposta la stanno dando centinaia di ragazzi e ragazze su Facebook e Twitter.
Di seguito una gallery dei messaggi diffusi online nelle ultime ore.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili

RIVOLUZIONE YOUTUBER

di Andrea Amato e Matteo Maffucci 14€ Acquista
Articolo Precedente

Trattativa: da Cirillo alle stragi, ‘indicibili accordi’ e reticenze di Stato

next
Articolo Successivo

Sciopero dei giudici di pace, 200mila processi “slitteranno al 2015”

next