Il momento delle cariche della polizia avvenute la scorsa settimana a Roma contro i lavoratori dell’Ast Terni è stato immortalato dalle telecamere di “Gazebo”, la trasmissione di Rai Tre che ha mostrato nuove immagini in esclusiva che ricostruiscono il momento degli scontri. Come spiega Diego Bianchi, gli incidenti scoppiano quando una parte del corteo, guidato da alcuni leader sindacali tra cui Maurizio Landini, decide di avviarsi verso il ministero dello Sviluppo Economico. E’ in quegli attimi che Landini si infuria, spiegando alle forze dell’ordine che il corteo non si sta dirigendo verso la stazione Termini. Immagini che, quindi, smentiscono la ricostruzione del ministro dell’Interno Alfano che, riferendo alle Camera, aveva detto che “il corteo andava verso Termini”. Subito dopo il corteo si imbatte nelle camionette della polizia e, poco dopo, un funzionario della polizia dà l’ordine: “Caricate”. Il filmato mostra poi le cariche, gli attimi di concitazione e il segretario della Fiom che si rivolge alle forze dell’ordine: “Ma che state facendo? Basta!”. Nel finale, il sindacalista ha un botta e risposta con il funzionario che ammonisce: “Dove volevate andare? Al ministero? Andate allora. Ma fatemi chiamare, porca troia”. Intanto secondo la fotosequenza, pubblicata da Il Tempo, a prendere a pugni il delegato nazionale della Fiom Gianni Venturi, ex segretario regionale Cigl e attuale responsabile del settore Siderurgia del sindacato, è stato un altro manifestante

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ugl, guerra di successione dopo Centrella: dalla rissa alle scomuniche incrociate

next
Articolo Successivo

Jobs Act, Poletti: “Fiducia? Si vedrà. Non esiste il problema scissione nel Pd”

next