“Il governo è ben cosciente che c’è l’esigenza di finanziare misure importanti” come “la nuova indennità di disoccupazione e la riduzione delle tasse sul lavoro. Lo ha detto il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, ad Avvenire. Contrariamente a quanto ritiene il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Graziano Delrio, il ministro assicura poi che “le risorse ci saranno, pur con l’enorme fatica imposta dai vincoli di bilancio.

Questo per il quanto riguarda gli effetti del Jobs Act sulle casse dello Stato, sulle ripercussioni per i lavoratori, poi, il ministro è ancora più ottimista: “Il nuovo mercato del lavoro offrirà più prospettive di lavoro, più prospettive di investimento e di crescita e soprattutto retribuzioni più elevate. È una soluzione ‘win-win’, come dicono in Inghilterra”, sostiene.

Infine le imprese. “Nei mille giorni si cominceranno a vedere i risultati. Squinzi dice “meglio 700″? Se le imprese credono – e dovrebbero farlo – che queste riforme cambieranno il sistema, possono accorciare loro i tempi. Serve più fiducia: se io credo al futuro, mi comporto come se fossi già nel futuro”, dice. Quindi “le imprese ci credano e anticipino gli investimenti. Alle imprese dico: credete nell’Italia, le aspettative si autorealizzano”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Equitalia, un legale alla presidenza dell’Agenzia: nominato Vincenzo Busa

prev
Articolo Successivo

Embargo russo, stop agli aiuti Ue per i produttori di formaggi. Troppi furbi

next