Dopo la sconfitta nella finale dei Mondiali contro la Germania per uno a zero, il morale dell’Argentina è sotto lo zero. “Il dolore è immenso. Siamo dispiaciuti per il nostro popolo, per la nostra gente. Questa tristezza ci accompagnerà per tutta la vita”. Javier Mascherano non nasconde la grande amarezza al termine della finalissima persa 1-0 contro la Germania al Maracanà. Il centrocampista del Barcellona, ancora una volta uno dei migliori in campo, prova a trovare le parole giuste per consolare un Paese intero: “Abbiamo dato tutto, ora dobbiamo alzare la testa e sopportare questo dolore”.

Il commissario tecnico Alejandro Sabella non ha nulla da rimproverare ai suoi giocatori: “Per come hanno giocato nel corso di tutto il Mondiale, sono stati un orgoglio per il Paese. In finale siamo stati sfortunati, poteva vincere una squadra o l’altra”. Non si dà pace Lucas Biglia: “Abbiamo avuto diverse chiare occasioni da gol – commenta il centrocampista della Lazio -. Purtroppo gli errori si pagano”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Germania – Argentina: Messi Pallone d’Oro dei Mondiali

prev
Articolo Successivo

Germania – Argentina, Lahm: “Noi meglio dell’Albiceleste”

next