Copertina che mette a confronto le promesse di Matteo Renzi, durante la sua ultima conferenza stampa (“80 euro al mese per tutti, da maggio. Avrei voluto fare da aprile, per le elezioni, ma non ce l’ho fatta”) con la situazione di povertà dilagante in Italia. Una signora senza lavoro si sfoga: “Non ho niente contro gli immigrati, ma per loro lavoro non ce n’è più”. Vengono mostrate le immagini di persone che fanno la fila per prendere il pane in offerta a Milano Un pensionato (800 euro mensili, con moglie a carico) confessa di aver rubato per 13 euro al supermercato. Una donna disoccupata, ex grafico pubblicitario, confessa di aver rinunciato al dentista, perché costa troppo. E non solo lei: anche professionisti come architetti e avvocati

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Ue, Renzi: “Rispettiamo gli impegni ma non sia solo l’Europa dei vincoli”

prev
Articolo Successivo

Servizio Pubblico, Santoro: “Caro Matteo, se la spacca, Pontassieve è la svolta buona”

next