Luca Cordero di Montezemolo scende definitivamente in campo e chiama Mario Monti. A Roma, in occasione della convention in cui Italia Futura lancia il suo “Manifesto per la terza Repubblica”, il presidente della Ferrari rompe gli indugi: “Basta rimanere in tribuna, scendiamo in campo perché vogliamo dare un contributo al cambiamento di questo Paese”. Il faro politico del movimento che nasce attorno a Montezemolo è l’azione dell’attuale governo: “Mario Monti può fare questo lavoro di ricostruzione meglio di chiunque altro. Non gli chiediamo di assumere la leadership di questo movimento politico, in questo momento non se lo può permettere. Ma ciò che ci proponiamo di fare è dare fondamento democratico ed elettorale al percorso iniziato dal suo governo” di Tommaso Rodano

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Primarie Pdl a rischio, Alfano: “Non c’è tempo per farle Regione per Regione”

next
Articolo Successivo

Sicilia: la spending rewiev di Crocetta, via i 21 capiredattori dell’ufficio stampa

next