Mio fratello Ambrogio è un pirla, ma non ha mai fatto accordi con la ‘ndrangheta. E’ un abbaglio dei magistrati”. Luigi Crespi blogger ed ex sondaggista per Berlusconi parla dell’arresto del fratello Ambrogio che, secondo i magistrati della Dda di Milano, avrebbe tenuto contatti con le ‘ndrine calabresi per garantire all’ex assessore alla Casa della Regione Lombardia Domenico Zambetti voti di scambio. “Ma figurarsi, quando si è candidato alle comunali a Milano qualche anno fa ha preso poche centinaia di voti – dichiara ai microfoni de ilfattoquotidiano.it – come avrebbe potuto procacciare pacchetti di voti per questo Zambetti che neanche conosce? Qualcuno tra quelli coinvolti nell’inchiesta ha millantato il nome dei Crespi” 

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

IL DISOBBEDIENTE

di Andrea Franzoso 12€ Acquista
Articolo Precedente

Costa Concordia, Schettino licenziato chiede il reintegro e gli arretrati

next
Articolo Successivo

Catanzaro, nelle carte della dda spuntano i rapporti tra clan e massoneria siciliana

next