Il ciclista disabile Fabrizio Macchi potrebbe dover scontare 8 mesi di squalifica. Intanto non potrà partecipare alle Paralimpiadi. La procura antidoping del Coni lo ha deferito al tribunale nazionale Antidoping del Coni. L’accusa è di essersi avvalso della consulenza e della prestazione di un soggetto inibito durante il periodo 2007-2010. La collaborazione, è ipotizzabile che si riferisca ai presunti incontri fra il dottor Michele Ferrari, annotati dagli investigatori ma smentiti dal “pistard” in una intervista a Panorama: “Ferrari non mi ha mai seguito, lo conosco perché sua figlia ha fatto la tesi in scienze motorie su di me”. I giudici sportivi sostengono che Macchi abbia vilato le disposizioni normative in modo continuo e reiterato.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Calcioscommesse, meglio di uno sketch

prev
Articolo Successivo

Legge sugli stadi, svolta o speculazione? Macalli: “E’ una norma per i condomìni”

next