Nessun presidente, prima di Barack Obama, ha scatenato tanto interesse sulle sue origini. Dopo le accuse, infondate ma mai placate, di chi sostiene che Obama non sia nato alla Hawaii, ma in Kenya, ecco che il New York Times pubblica i risultati di una ricerca realizzata da Ancestry.com, secondo la quale il presidente Usa, discenderebbe da uno dei primi schiavi americani ma non, come si potrebbe pensare, da parte paterna, bensì da parte materna.

La mamma, Ann Dunham, infatti, sarebbe una discendente di un certo John Punch, considerato a tutti gli effetti uno schiavo, sebbene la sua condizione fu la conseguenza di una decisione presa da un tribunale nel 1640, prima ancora che in Virginia, stato dove viveva, fosse legalizzata la schiavitù. Punch, successivamente, mise al mondo dei figli con una donna bianca e da quel momento lì, la discendenza porta direttamente alla mamma di Obama. Il cognome dell’avo del presidente, cambiò poi in Bunches i quali, negli anni, furono protagonisti di molti matrimoni “misti”, fino a perdere, quasi totalmente, la parte afro americana e a essere generalmente identificati come “bianchi”.

Il Fatto Quotidiano, 2 Agosto 2012

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Argentina, nelle confessioni di Videla anche le connivenze della Chiesa

next
Articolo Successivo

Egitto, il governo di Kandil: Fratelli Musulmani senza ministeri importanti

next