Con 49 voti a sfavore, quelli di Pdl e Lega Nord, il Consiglio regionale lombardo ha respinto la mozione di sfiducia presentata oggi dalle opposizioni di Pd, Idv e Sel contro il governatore Roberto Formigoni. Al centro del dibattito gli scandali sulla Sanità lombarda che coinvolgono il faccendiere Pierangelo Daccò. Una mozione presentata “sotto il mandato di Botteghe Oscure”, ha detto lo stesso Formigoni in Aula (tra gli applausi della maggioranza) “pensata per tentare la spallata definitiva al centrodestra dopo le dimissioni del governo Berlusconi-Bossi”. Il presidente di regione Lombardia ha respinto ogni accusa, promettendo battaglia in tutte le sedi, “visto che dopo un anno di indagini nessun avviso di garanzia è arrivato, nonostante lo schiumare di rabbia di tanti articolisti che lo invocano” di Franz Baraggino

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Spending review, governo sotto al Senato. Bondi potrà occuparsi di Colle e Camere

prev
Articolo Successivo

Patroni Griffi: “Dipendenti pubblici già licenziabili, basta applicare norme”

next