“Non demonizzo Grillo. Non voglio fare lo stesso errore di chi all’inizio degli anni Novanta accusava la Lega di essere solo l’espressione di una protesta, solo un fenomeno passeggero. Sono una realtà significativa e sono curioso di capire come hanno fatto ad avere tanta fiducia dagli elettori”. Così il triunviro del Carroccio Roberto Maroni commenta il successo del Movimento 5 Stelle a Parma. Secondo l’ex ministro degli Interni lumbard e ‘grillini’ di simile hanno l’irruenza, ma “la Lega è un movimento politico che si propone di dare una risposta alla questione settentrionale”. Maroni analizza poi la sconfitta elettorale che ha visto i candidati del suo partito perdere 7 ballottaggi su 7: “Abbiamo pagato un prezzo altissimo alle vicende che hanno coinvolto la Lega dal punto di vista mediatico e giudiziario. Ora ripartiamo con la stagione dei congressi e con il modello Verona”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Cinque stelle: e ora democrazia!

next
Articolo Successivo

Orlando: “Vinto contro la Casta. A Bersani dico basta con Lombardo”

next